• FIATOCORTO

Il Trenino del Bernina. Un viaggio nel cuore delle Alpi

Dai vigneti della Valtellina al ghiacciaio del Bernina alla riscoperta della ferrovia Patrimonio UNESCO nota in tutto il mondo.


Non esiste modo migliore per ammirare le maestose Alpi Svizzere girovagando in lungo ed in largo sulla vasta rete di sentieri offerta dal territorio ma questo richiede sicuramente più tempo di quanto solitamente abbiamo a disposizione. Sicuramente non un'alternativa ma piuttosto un più che valido inizio viene dal Trenino Rosso del Bernina.

La fama del Bernina Express, quel trenino rosso che sembra uscito da un cartone animato, è ormai indiscussa! Con un percorso, lungo circa 61 km e 2:30 h di traversata alpina che collega Tirano (SO) a St. Moritz (CH) grazie alla ferrovia più alta d'Europa, che transitando dal Passo Bernina a quota 2253 mt, regala in ogni stagione emozioni uniche.


Un miracolo di ingegneria

Costruito tra il 1906 e il 1910 dalla ferrovia retica, il Trenino del Bernina nel 2008 è diventato Patrimonio Mondiale UNESCO per le pioneristiche soluzioni tecniche: 55 gallerie e 196 viadotti incastonati tra le montagne permettono di superare un dislivello di 1824 m e pendenze fino al 7%, rendendolo una delle tratte più ripide al mondo a "ruota libera", ovvero senza l'uso di cremagliera.

Linea Tirano (SO) St. Moritz - Tempo di percorrenza 02:30 h Distanza 61 km - Gallerie 55 - Viadotti 196 - Dislivello 1824 mt - Pendenza 7%

Tra cime e ghiacciai

Panorami mozzafiato e strutture architettoniche insolite rendono il viaggio di grande fascino per un pubblico adulto ed un vero e proprio "luna park" per i più piccoli. la prima attrazione riguarda il viadotto elicoidale di Brusio, che sale ad aspirale e permette al treno di prendere quota in uno spazio molto ristretto. Il secondo, in Val Poschiavo si costeggia l'omonimo lago dalle acque cangianti e si giunge a Poschiavo, con le sue tre torri ed i palazzi del "quartiere Spagnolo. Si prosegue poi ad Alp Grùm che offre una splendida vista sul ghiacciaio del Palù e le Alpi bergamasche prima di giungere a St. Moritz, lungo il lago Bianco si tocca il punto più alto all'Ospizio del Bernina da cui si possono ammirare l'imponente ghiacciaio del Morterasch ed il gruppo montuoso del Pizzo Bernina.

Panorami mozzafiato, "luna park" per i più piccoli, il viadotto elicoidale, il lago di Poschiavo, il Pizzo Palù, il lago Bianco ed il Pizzo Bernina sono solo alcune delle attrazioni di questo splendido itinerario.

Informazioni

Prima di partire, ricordatevi i documenti validi per l'espatrio e le certificazioni per il COVID-19. in particolare la compilazione preventiva della comunicazione individuale di transito all'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP. Si può scegliere tra un treno regionale e il Bernina Express (BEX). I primi viaggiano a cadenza oraria e sono l'ideale per chi vuole scendere e risalire ad una fermata per effettuare un'escursione. Il BEX invece è dotato di moderne carrozze panoramiche che offrono una vista a 360, ma non è possibile prendere una corsa successiva e necessita di prenotazione.

Per gli Amici a 4 zampe possono viaggiare con i padroni sia sui treni regionali che sul BEX. se sono sotto i 30 cm di altezza e tenuti in un trasportino, viaggiano gratis, diversamente necessitano di un biglietto ridotto rispetto allo standard. IMPORTANTE: da ricordare che a causa del valico della frontiera Italo - Svizzera, occorre che anche i documenti dei "pelosoni" risultino in regola per l'espatrio.

Un viaggio sul Bernina Express è un susseguirsi di sorprese, di emozioni, di luoghi davvero fantastici…insomma un’esperienza unica che vale la pena di fare almeno una volta nella vita!



Alla prossima e buoni passi!

Team FIATOCORTO


13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti